Smartwatch, countdown o slowdown?

pebble smartwatch

Negli ultimi mesi se ne sono sentite e viste di tutti i colori ma ancora devo dire di non aver visto nessuno che parla al suo orologio per chiedere dove si trova il ristorante più vicino o che risponde al telefono solamente sfiorando il suo polso. Chissà quando e se arriverà quindi tra noi questo tanto atteso smart watch.

Di certo è più vicina l’idea di un orologio intelligente rispetto a degli occhiali smart che sembrano avere uno sviluppo molto più lungo.  Basandomi su ciò che ho letto in questi ultimi mesi vediamo di sintetizzare cosa potrebbe e dobrebbe saper fare uno smart watch:

– prima cosa ovviamente, ci permetterà di visualizzare l’ora in mille modi differenti ma diciamocelo chiaro, come oggi con gli smartphone l’ultima cosa che facciamo è telefonare così sarà con gli smartwatch per la visualizzazione dell’ora;

– ovviamente la base è l’integrazione via bluetooth con uno smartphone e qui di conseguenza vi sarà una prima scrematura sui prodotti: iOs o Android? Chi possiede iPhone dubito che avrà alternative sull’acquisto di un eventuale orologio non apple.. ma dato che per ora Pebble e simili sono compatibili la speranza è l’ultima a morire;

– l’integrazione con lo smartphone abbiamo detto che è alla base. Quindi l’obiettivo è limitare tutte le volte che tiriamo fuori il nostro telefono. Le donne ad esempio potranno comodamente risparmiare le lunghe ricerche in borsa e telefonare, leggere sms o notifiche social direttamente sul proprio polso. Avremo quindi un nuovo centro notifiche direttamente sul proprio polso, evitando di perdere chiamate e notifiche importanti anche nei posti più rumorosi;

– potrà poi essere eseguita ogni operazione e richiesta che effettuiamo oggi con il nostro assistente vocale, Siri o Google Now che sia..

– Un’altra interessante funzione sarà poi quella di avvisarci quando il nostro cellulare si allontana da noi, in caso quindi di furto o di nostra dimenticanza. A chi non è mai capitato di uscire di casa o lasciare l’ufficio senza smartphone? Con un’orologio intelligente non dovrebbe più capitare, a meno che non dimentichiate anche lui;

– oltre che da centro notifiche il nostro orologio potrà poi essere un vero remote controller del nostro smartphone per controllare musica, fotocamera, slideshow e presentazioni o quant’altro..  oltre che un semplice ipod dal quale ascoltare musica in streaming con tanto di uscita cuffie;

– essendo sempre appresso a noi poi il nostro smartwatch sarà dotato di gps e accellerometro permettendoci la localizzazione quando corriamo o facciamo attività o semplicemente per dirci quanto movimento abbiamo fatto giornalmente, un pò come il braccialetto della nike o le numerose app presenti negli store che però presuppongono che sempre appresso ci sia il nostro cellulare che essendo un pochino più ingombrante però è facile che venga ogni tanto appoggiato sul tavolo o lasciato a casa durante le attività sportive;

–  altra funzione è quella dedicata al sonno, vi sono infatti diversi strumenti che tengono traccia del nostro sonno svegliandoci dolcemente con una piccola vibrazione che eviterebbe di svegliare eventuali partner o persone che dormono all’interno della nostra stessa stanza o del nostro stesso letto;

Fin qui tutto favoloso, allora? Cosa ci mettono a riempire i nostri polsi di orologi intelligenti?? Il freno più grosso sembra infatti essere la batteria, il gioiellino da polso di Sony che ha però funzioni limitate rispetto a quelle elencate prima non supera i 2-3 giorni mentre Pebble che è realizzato con un display epaper stile Kindle arriva invece a superare anche la settimana. Non ci resta che aspettare l’ingresso dei big degli smartphone Apple, Samsung e Google. Il loro rallentamento è secondo me un’attenta valutazione tra funzioni e durata della batteria perchè obiettivamente non stiamo parlando di un prodotto rivoluzionario con tecnologie cutting edge.. bensì tutte tecnologie e funzioni praticamente già viste in altri dispositivi.

Può iniziare il countdown..

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , ,

One thought on “Smartwatch, countdown o slowdown?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: